Voci di AlmaLab

Enrico:  balla da molti anni , prevalentemente in coppia.

  • Cosa ti ha più emozionato nel corso degli incontri di Alma ?

La forte partecipazione emotiva e l’interesse dei partecipanti pur nella loro eterogeneità.

  • Hai molta esperienza di tango: in cosa il corso di Alma ti è stato utile in milonga ?

Mi ha dato autostima e sicurezza nei passi e nella conduzione : posso invitare ora qualsiasi ballerina anche di molta esperienza

  • Ai ballerini  consiglieresti un corso come Alma ? perché ?

Lo consiglio a tutti quelli che avvertono difficoltà nelle relazione  e comunicazione con il partner di ballo. Un buon viatico per imparare a ballare il tango ma anche nella vita. Serve ad acquisire fiducia, sicurezza, ascolto dell’altro e comunicazione con tutti i ballerini.

Agli uomini dà più consapevolezza del peso, della postura, più sicurezza nel ballo  e padronanza nei passi più tecnici. A me ha fatto sentire anche più attento e più capace di mettere a proprio  agio ballerine meno esperte.

 

Marco ed Elisabetta : Una coppia nella vita; non hanno mai ballato prima di AlmaLab

  • Cosa vi aspettate oggi dal tango ?

Non abbiamo mai ballato .Volevamo imparare ad usare il corpo e sentirlo  nel ballo. Nel  movimento danzato abbiamo scoperto una nuova dimensione del corpo.

  • Perché  avete iniziato proprio da AlmaLab?

Volevamo non partire da tecniche e figure predefinite ,  come nei corsi tradizionali . Non ci interessavano movimenti obbligati o rituali bensì  conoscere le potenzialità espressive del proprio corpo,  l’estensione ed il contatto. Ed imparare a percepire il corpo dell’altro, non solo del proprio partner nella vita.

  • Quali le esperienze più intense in Alma ?

Tutte quelle fatte ad occhi chiusi. E poi  il cambiare ruolo da leader a follower, da uomo a donna, per sentire. Capire la difficoltà di chi guida o di chi segue.

  •  Nel ballo in milonga cosa avete trovato utile di quanto sperimentato in Alma ?

Tutto quello fatto in AlmaLab ci ha portato poi ad imparare passi e figure basiche del tango ma con un sapore diverso :  maggiore consapevolezza , ascolto e sintonia con la persona con cui si balla.

  • In quanto coppia nella vita, cosa  ha prodotto di nuovo in ognuno di voi un corso come Alma ?

Scoprire ed apprezzare anche nel ballo il corpo dell’altro ed il piacere di farlo insieme e non come esercizio di bravura personale.

 

Alberto , aveva cominciato il tango , poi interrotto per alcuni anni. Ha ripreso a ballare con AlmaLab.

  • Perchè hai iniziato AlmaLab ?

Ho ripreso il tango per migliorare la conoscenza della mia fisicità, trovare una migliore l’interazione con gli altri anche per la vita di tutti i giorni

  • Quali le esperienze più intense in AlmaLab ?

In tutti gli esercizi e giochi del laboratorio,  in particolare quelli in cui sperimentavo l’abbandono totale all’altro ed al gruppo. Quelli che mi aiutavano ad affidarmi in piena fiducia , a rompere la campana di vetro invisibile nella quale ci sentiamo al sicuro.

  • Cosa di questo ti è stato utile nel ballare in milonga ?

Ho trovato utile l’approccio diverso e progressivo con le dificoltà del ballo e l’interazione con la partner. Io avevo solo qualche generica nozione di passi ho imparato a camminare a tempo, a sentire le variazioni nella musica. Ho capito, con i cambi di ruolo, follower o leader, le difficoltà dell’altra e come rimediarvi, come avere una guida più sicura. Ho guadagnato in scioltezza.

  • Cosa ti è piaciuto nel corso di Alma Lab ?

il clima di grande calma e tranquillità. crescente con l’avanzare del corso. La grande coesione tra i partecipanti ed anche con i conduttori che avevano la parte attiva e propositiva.Mi sono sentito non giudicato ma accompagnato e sostenuto da tutti. Questo l’ho sentito particolarmente nella parte finale del corso in cui abbiamo sperimentato, per aumentare la sensibilità,  piccole coreografie.

  • A chi consiglieresti AlmaLab ?

A tutti. E’ un corso a tutto tondo: per chi inizia perchè è efficace per l’approccio ad un ballo straordinario ma difficile. Lo consiglio a chi balla già perchè mette alla prova ed affina le sensazioni ed il sentire l’altro avendo anche la possibilità di lavorare sul tempo e sulla interpretazione del brano musicale.

 

Manuela, ha iniziato a ballare  alcuni anni fa pur se  sporadicamente. Infine è arrivata ad AlmaLab

  • Cosa ti ha spinto a frequentare almaLab?

La difficoltà a lasciarmi andare nel ballare con un partner. Ha rsipettato le mie aspettative: mi ha consentito di  inserirmi in  una rete di amicizie e  confidenze sul tango favorendo anche così un mio approccio più disteso, fiducioso nel ballo

  • Cosa è cambiato in te ?

Cambiare è una parola grossa.E’ cambiato il mio atteggiamento, il mio sentire  : ora vado a ballare come tra amici e non  competere o esibirsi tra persone sconosciute.

  • Consiglieresti AlmaLab ? A chi ?

E’ un’esperienza da fare. Consente di riflettere su certi passaggi, certe sensazioni che prova chi balla e quello che prova quello con cui stai ballando. Ti aiuta a metterti nei panni dell’altro, a sentire l’altro con più fiducia. Ci si sente più sciolti.

 

Magda, balla da pochi mesi

Ho iniziato almalab. E’ stato come passare una serata insieme ad amici di sempre. Mi sono trovata proprio a mio agio. Mi è stato utile e mi sono divertita.